Gli ispettori ACSI quest’estate visitano 10.000 campeggi

Dopo due anni particolari con meno ispezioni del previsto, ACSI; lo specialista dei campeggi, quest’anno torna ai livelli del passato. Finalmente è di nuovo possibile avere contatti personali con gli ispettori, fare formazione in presenza e naturalmente visionare i campeggi. Tra il 1° maggio e il 1° settembre 2022, i 300 ispettori ACSI visiteranno più di 10.000 campeggi in Europa.

L’importanza del contatto personale
Nello scorso mese di aprile, tutti i 300 ispettori si sono incontrati nella sede di ACSI per dare il via alla stagione delle ispezioni. Nel corso di queste giornate di formazione gli ispettori sono stati informati di tutti gli aggiornamenti sulle ispezioni e sui prodotti ACSI.

Ramon van Reine, CEO di ACSI ritiene molto importanti questi meeting in presenza: “In ACSI riserviamo un’attenzione particolare agli incontri annuali presso la nostra sede. In primo luogo, è importante che i nostri ispettori ogni anno siano informati e partano con la preparazione migliore. Inoltre, il contatto personale tra i nostri collaboratori e gli ispettori è di vitale importanza. Ma queste riunioni annuali sono anche un modo per rivedersi. Spesso gli ispettori diventano amici”, afferma van Reine. “Abbiamo notato anche che agli ispettori sono mancati tantissimo i loro campeggi. Erano ansiosi di potersi rimettere in viaggio.”

L’ispezione annuale fa la differenza
Le giornate di formazione sono il punto di partenza delle ispezioni. ACSI pensa che l’ispezione annuale e il contatto positivo con i proprietari dei campeggi siano molto importanti. Secondo Ramon van Reine è impensabile poter pubblicare dati affidabili sui campeggi senza prima averli visti di persona.

“Le visite annuali a più di 10.000 campeggi in tutta Europa sono la base di tutto ciò che ACSI pubblica. Gli ispettori ACSI valutano le situazioni sul posto, forniscono un feedback ai proprietari e fanno sondaggi tra gli ospiti. Tutto questo fornisce un’immagine aggiornata e accurata di ciò che un campeggio ha da offrire e di ciò che gli ospiti possono attendersi,” spiega van Reine.

ACSI è l’unica azienda europea del settore che visita ogni anno tutti i campeggi. E sia i proprietari che gli ospiti apprezzano molto. Entrambi hanno tutto l’interesse che le informazioni date corrispondano alla realtà dei fatti. I campeggiatori non vogliono correre il rischio di arrivare in una struttura che non risponde alle loro aspettative. Le ispezioni assicurano ospiti felici e vacanze riuscite.

Più prenotazioni con ACSI e camping.info
Nel corso delle visite degli ispettori quest’estate vengono raccolte tutte le informazioni per le guide, le app e i siti di ACSI per il 2023. E ci sono tutti i presupposti perché sia un anno di successo.

Ramon van Reine prevede tempi d’oro per il settore del campeggio. “Assistiamo da qualche anno a un aumento del numero di vacanze in campeggio in Europa. Sempre più persone, poi, acquistano una roulotte e cresce moltissimo anche il numero di camper. La pandemia ha ulteriormente rafforzato questo trend. Tantissime persone scelgono di andare in vacanza con la propria auto o con il camper e questo vuol dire che è tornata l’idea classica di campeggio.”

Per queste ragioni è importante essere visibile come campeggio, perché gli ospiti hanno una scelta molto ampia. Da maggio 2021 ACSI e camping.info collaborano per quel che riguarda le prenotazioni. I siti e le app di ACSI e di camping.info raggiungono ogni anno circa 40 milioni di campeggiatori in tutta Europa e non solo. I campeggi che aderiscono alla piattaforma di prenotazione di ACSI e di camping.info sfruttano queste grandi potenzialità e sono più facili da prenotare.

Fatti trovare con ACSI Camping Media
I proprietari dei campeggi hanno anche la possibilità di farsi pubblicità grazie ai canali online e offline, rapidamente in crescita, di ACSI Camping Media.

I campeggi sono visibili con la loro pubblicità sulle guide di ACSI, hanno una posizione migliore su Eurocampings.eu e possono aderire alla CampingCard ACSI. Con questa carta sconti, gli ospiti approfittano di tariffe ridotte in bassa stagione. Ma ACSI offre ai campeggi diverse altre possibilità di promozione per rendersi visibili. Nel corso della visita, gli ispettori ACSI informano i proprietari di tutti i vantaggi di questa collaborazione.

ACSI Awards per i campeggi migliori
Oltre alle ispezioni annuali e alle possibilità di promozione, ACSI mette in vetrina i campeggi anche in un altro modo. Per la prima volta quest’anno ACSI ha infatti assegnato i suoi ACSI Awards. Dal 20 dicembre 2021 al 20 marzo 2022 chiunque in Europa ha potuto votare per il suo campeggio preferito.

“Da anni stavamo cercando un modo per premiare e dare un riconoscimento ai campeggi migliori in Europa. Ci siamo riusciti creando gli ACSI Awards. I vincitori sono scelti dai campeggiatori europei, quindi si tratta davvero di un premio dato dal pubblico. Questo offre inoltre la possibilità ai campeggiatori di scegliere un campeggio che ha vinto un premio con un giudizio eccellente,” afferma Ramon van Reine.

Gli ACSI Awards sono stati un grandissimo successo e quindi verranno riproposti anche nel 2023. Dal prossimo autunno, i campeggiatori potranno votare di nuovo i loro campeggi preferiti in Europa per gli ACSI Awards 2023.

Confidental Infomation